Spese di Spedizione da 0 a 9,80 €

Tecniche di Pesca con gli artificiali

PITCHING

Una delle tecniche più utilizzate dai pescatori di bass di tutto il mondo, questa tecnica si può utilizzare per quasi tutto l’arco dell’anno e in qualsiasi condizione di acqua, con buoni risultati.In parole povere il pitching è un lancio silenzioso e preciso effettuato a ridosso degli ostacoli dove il bass si rifugia in attesa di una preda, ma restando a debita distanza dall’ostacolo.
Effettueremo lanci continui e mirati, cercando di non spaventare il bass in agguato, e recuperare l’esca a saltelli sul fondo o facendola strisciare fin sotto la barca (o i nostri piedi). Possiamo fare pitching con tutto, la gomma piombata e il jig sono sicuramente i più adatti, seguiti dallo spinnerbait.Useremo canne da casting di lunghezza superiore ai 2,0 metri (6,6" piedi) con grammature fino a 1 oz (28,5gr) azione media con vettino morbido per non perdere in precisione, ma con una buona riserva di potenza alle spalle per togliere il bass dagli ostacoli prima possibile.

FLIPPING

Tecnica parente del pitching, ma con alcune caratteristiche particolari, il flipping è un lancio dentro all’ostacolo, direttamente nella tana del bass, si effettua con il filo in mano a pochi metri dalla zona che vogliamo sondare con l’aiuto di canne potenti e fili robusti, depositiamo l’esca all’interno della zona dove crediamo il bass si sia rifugiato.E’ una tecnica ottima nella stagione calda quando il bass è molto infrascato e nascosto nelle coperture più fitte, in presenza di acqua torbida o velata, poichè essendo molto vicini alla tana del bass non ci possiamo permettere di essere visti rovinando l’agguato.
Useremo canne azione Hard lunghe 2,15 m  e più (7 piedi) che lanciano anche 1oz  e mezzo o più di peso (oltre 40 gr), fili da 18 o più libbre fluorocarbon possibilmente o anche trecciati.

 

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter e resta aggiornato sui prodotti in offerta, le nostre recensioni e le news rigurdanti il mondo della Caccia e della Pesca!